Come capire se sei stato bloccato su WhatsApp

Sono tanti i lettori che mi fanno domande su come si fa a capire se sei stato bloccato su WhatsApp. I dubbi vengono a tutti anche perchè ci sono diversi segnali che possono farti capire se sei stato bloccato ma una sola prova certa. Le domande più frequenti che voi utenti mi fate sono:

  • come sapere se mi hanno bloccato il numero?
  • come faccio a capire se mi ha bloccato su WhatsApp?
  • si può vedere se ti hanno bloccato su WhatsApp?

Insomma le domande sono diverse ma l’argomento è sempre lo stesso, se anche tu hai una di queste domande (o una simile), leggi questo articolo. Ci sono le risposte che cerchi.

I segnali che ti fanno capire che sei stato bloccato

Immagine del profilo

Come accennavo in apertura ci sono molti segnali che possono par pensare di essere stati bloccati. Il primo segnale che può farti capire che sei stato bloccato lo hai quando non vedi più l’immagine del profilo di un tuo contatto. Ma questa, purtroppo, non è una prova certa. Ad esempio, tra i miei, ci sono alcuni contatti che non hanno una immagine del profilo. Potrei facilmente confonderli con utenti che mi hanno bloccato.

Capire se ti hanno bloccato, la doppia spunta

Stati di WhatsApp

Anche il fatto di non vedere gli stati di WhatsApp che pubblica il tuo contatto potrebbe essere un segnale che sei stato bloccato. Anche qui però non c’è alcuna certezza. Tutti infatti possono limitare la visibilità degli stati di WhatsApp agendo sulle impostazioni della privacy della app.

Ultimo accesso e stato online

Anche la mancanza della visibilità dell’ultimo accesso è un segnale ma anche questo non è decisivo. Come probabilmente già sai è possibile limitare la visibilità di alcune informazioni sul proprio stato, tra queste c’è proprio l’ultimo accesso a WhatsApp.

Potrebbe ineressarti anche  Mi hanno bloccato su WhatsApp, come sbloccarsi

Lo stesso discorso vale per per la visibilità dello stato online potrebbe essere un segnale ma da solo non è certo una prova. Anche lo stato online infatti è oscurabile ai contatti tramite le impostazione della privacy.

Chiamate vocali e video chiamate

Anche le chiamate vocali e le videochiamate possono essere un indizio, però anche queste, purtroppo, non possono darci alcuna prova. Se da un lato è vero che è impossibile chiamare o videochiamare una persona che ti ha bloccato, dall’altro è vero anche che le telefonate squillano a vuoto.

Advertisement

Di conseguenza il fatto di non ricevere alcuna risposte potrebbe essere il segnale di un blocco ma potrebbe anche essere altro. L’altra persona potrebbe anche non essere nei pressi dello smartphone o avere il cellulare spento. Anche in questi casi infatti il telefono squilla a vuoto. Anche qui niente prova certa.

Le doppie spunte

Nel caso in cui tutti gli indizi precedenti indicano la possibilità di un blocco puoi fare una prova che li verifica tutti: prova a inviare un messaggio e controllane l’esito. Se il messaggio viene regolarmente consegnato e ottieni le doppie spunte blu, allora siamo in presenza di un profilo senza immagine.

Se, viceversa, il messaggio resta sulla chat con una sola spunta grigia allora con molta probabilità siamo stati bloccati. Ma nemmeno questa prova è sicura. Potrebbe essere che il nostro contatto non utilizzi più il telefono con il numero che abbiamo in rubrica.

Come fai ad essere sicuro che sei stato bloccato?

C’è solo una prova che ti può dare questa sicurezza. Se hai un dubbio sul fatto che una persona possa averti bloccato, invitala a partecipare a un gruppo.

Potrebbe ineressarti anche  WhatsApp Web - Come utilizzare WhatsApp sul computer

Se riuscirai ad invitarla allora i rapporti sono normali. Viceversa, se non sarà possibile invitarla, allora puoi essere certo di essere stato bloccato.

C’è una controindicazione per questa prova. Se il contatto non ti ha bloccato e si vede aggiungere ad un gruppo senza un valido motivo, potrebbe insospettirsi. Non sarebbe difficile capire che lo hai aggiunto ad un gruppo solo per capire se ti ha bloccato o meno. Rischi di fare una figuraccia.

Capire se sei stato bloccato, organizzare la prova

Ti consiglio di cogliere un’occasione per fare la prova che ti può dare la certezza in merito alla situazione. Approfitta dell’organizzazione di una uscita o di un regalo di gruppo, proponiti di organizzare tu il classico gruppo WhatsApp dedicato all’evento.

Invita tutte le persone coinvolte e prova a tirare dentro anche la persona che sospetti possa averti bloccato. Non invitarlo né per primo né per ultimo, potrebbe insospettirsi.

Se WhatsApp non ti permetterà di invitare questa persona avrai la tua prova certa: ti ha bloccato. Non ti resta che leggere l’articolo su come sbloccarsi su WhatApp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto