Tipi di computer, quale scegliere?

In un tempo non troppo lontano i computer erano i dispositivi elettronici più venduti nel mondo e in quel periodo le persone erano molto preparate sulle loro caratteristiche. Oggi che i PC sono un validissimo strumento di lavoro ma non più uno status symbol, l’interesse della gente è molto minore. Le nuove generazioni non sanno più capire le caratteristiche di un PC né sanno che tipi di computer ci sono sul mercato.

Tipi di computer in commercio

Nel mio lavoro sempre più spesso mi viene chiesto di valutare le offerte fatte dai venditori di informatica, questa cosa succede perchè i clienti sono poco preparati e non in grado di paragonare i dispositivi. Con questo articolo provo a spiegare in parole semplici le differenze.

Per prima cosa ti dico che tipi di Personal Computer ci sono in commercio:

  • laptop
  • notebook
  • netbook
  • chromebook
  • desktop
  • tower PC
  • mini PC
  • all in one

Ci sono due categorie principali: laptop e desktop.

I laptop sono, per definizione, computer che è possibile utilizzare tenendoli appoggiati sulle gambe o comunque sul corpo (lap = grembo). Di questa categoria fanno parte i notebook, i netbook, i chromebook.

I desktop sono tipicamente computer da tenere appoggiati al piano di lavoro (desk = scrivania), di questa categoria fanno parte i tower PC, i mini PC e gli all in one.

I tipi di computer laptop

Come dicevo poco fa, questi computer sono quelli che potresti usare appoggiati in grembo, ma nella realtà dei fatti non è così. A dirla tutta le aziende produttrici sconsigliano il contatto con il corpo di questi dispositivi perché alcune parti potrebbero essere soggette a surriscaldamento. Più veristicamente quindi vengono chiamati computer portatili.

Advertisement

Notebook

Il più diffuso computer portatile è il notebook. È un PC composto da due parti separate unite da una cerniera rotante. Nella parte inferiore c’è il computer vero e proprio mentre nella parte superiore c’è il monitor e altre periferiche di comunicazione come il microfono o la webcam.

Quando non è utilizzato il notebook può essere chiuso sovrapponendo le due parti a formare un unico parallelepipedo di dimensioni ridotte e tali da renderlo portatile.

Potrebbe ineressarti anche  Dimensioni display smartphone, confronti e tabelle

Nella categoria dei laptop i notebook sono di solito i più potenti e performanti, adatti a far girare anche programmi che richiedono ingenti risorse.

Notebook

Netbook

I netbook sono tipi di computer che si stanno affermando in tempi recenti. Condividono con i notebook l’architettura e, di solito, i sistemi operativi ma sono molto meno performanti. Hanno quindi la classica forma di PC che si chiude e hanno tutte le periferiche di comunicazione. Sono meno dotati dei netbook dal punto di vista delle performance; di solito hanno processori meno potenti. Rispetto ai notebook sono più economici e spesso non hanno l’unita CD/DVD.

Il loro uso più frequente è quello del net client: un PC che lavora in rete su applicativi web.

Chromebook

Il chromebook a livello di architettura e di hardware è molto simile ai notebook. La differenza sostanziale sta nel fatto che è tipicamente un net client; per lo scopo ha un sistema operativo dedicato: Chrome OS.

Le risorse interne sono limitate ma la cosa non si nota molto grazie all’uso di un sistema operativo appositamente più leggero, privo dell’enorme architettura, per esempio, di Windows 10. Anche l’archiviazione dei dati è pensata in chiave cloud motivo per il quale i chromebook hanno hard disk di dimensioni limitate.

Un chromebook è un computer portatile molto più economico di un notebook.

I tipi di computer desktop

I computer desktop sono conosciuti anche con il nome di PC fissi; definizione che evidenzia la differenza con i PC portatili.

Possono avere diverse forme e sono accomunati dal fatto di avere le periferiche di input/output esterne all’unità centrale. Un PC fisso quindi non integra al suo interno

  • tastiera
  • mouse
  • monitor
  • microfono
  • casse
  • webcam

per la necessità di collegare le periferiche esterne, i desktop sono dotati di un elevato numero di porte di comunicazione. La maggior parte delle porte di comunicazione sono poste sul retro dell’unità centrale, anche sulla parte frontale ci sono alcune porte per permettere l’utilizzo di periferiche in via temporanea. Le porte poste nella parte frontale di solito sono USB e prese per cuffie e microfono.

Nel commercio, per computer desktop si intende quello a forma di parallelepipedo appoggiato su una delle sue facce più grandi; in questo modo c’è molto spazio libero nella parte superiore dell’unità sulla quale di solito si appoggia il monitor.

Potrebbe ineressarti anche  Scansioni di documenti facile e veloce con Google Drive

Tower PC

Il tower PC è il più classico dei computer desktop. Ha la forma di un parallelepipedo appoggiato su una delle sue facce più piccole; per questo motivo è più alto che largo e di qui il nome Tower (torre). Al suo interno dispone di molto spazio per allocare schede grafiche e schede audio, hard disk altre periferiche per scopi specifici. Per la sua modularità e capacità di ospitare hardware aggiuntivo è il tipo di PC più usato nel gaming.

Tipi di PC - Tower

Mini PC

I mini PC sono computer nei quali lo spazio è ottimizzato. Al loro interno i componenti sono sistemati in modo da non lasciare spazi vuoti. Il vantaggio che ne deriva è che sono molto piccoli; un Mini PC può stare anche nel palmo di una mano.

Mini pc lenovo

Tutto questo senza rinunciare alle prestazioni, in commercio ci sono Mini PC con processori potenti, memoria RAM e hard disk veloci. Un Mini PC è tale nelle dimensioni ma non nelle prestazioni.

Il lato negativo è la mancanza di modularità. Un po’ come accade nei PC portatili, i i mini PC non possono ospitare hardware aggiuntivo e/o espansioni di memoria.

Niente di grave quindi: la maggior parte dei PC in commercio nasceranno e moriranno con la stessa configurazione hardware.

All in one

I tipi di computer all in one sono nati per risolvere un paio di problemi che hanno i desktop: il proliferare di cavi di comunicazione e l’ingombro. Da un PC fisso di solito partono una bella quantità di cavi verso le varie periferiche che rendono disordinata la scrivania su cui si trova.

I computer all in one integrano all’interno dello chassis del monitor la componentistica hardware che di solito è nell’unità centrale. Di qui il nome all in one (tutto in uno).

In questo modo il computer è un’unica unità integrata con il monitor. Lo spazio impegnato sulla scrivania è minimo e diversi cavi di collegamento non sono più necessari.

all in one PC

Un buon computer all in one oltre ad avere buone prestazioni dovrebbe integrare quante più periferiche possibile; l’ideale è un all in one che integri

  • unita centrale
  • monitor
  • microfono
  • casse
  • webcam
Potrebbe ineressarti anche  Screenshot, come fotografare lo schermo del computer

In questo modo restano fuori solo la tastiera e il mouse. Se usi mouse e tastiera wireless non ci saranno più cavi visibili sulla scrivania. Sul retro del PC all in one l’unico cavo indispensabile è quello di alimentazione. Se utilizzi una stampante wireless e anche il PC lo colleghi alla Wi-Fi, non ci saranno nemmeno il cavo USB e il cavo Ethernet.

Anche il computer all in one lascia pochissimo spazio alla modularità ma in termini di ordine e di design è tutta un’altra cosa.

Quale computer scegliere?

Ora che sai quali sono i vari tipi di computer in commercio sai quale scegliere? La scelta va fatta in base alle proprie esigenze e di uso.

Sei abituato ad avere il tuo computer sempre con te, a lavorarci in luoghi sempre diversi? In questo caso è chiaro che devi prendere un PC laptop. Sei una persona che usa il computer sempre nello stesso luogo? Devi prendere un computer fisso.

Ma non sempre queste regole valgono, è chiaro che sono le due regole di base ma a volte per esigenze di spazio, di costo o di opportunità, la scelta può ricadere da una parte o dall’altra.

In ogni caso tieni presente alcune cose:

  • un PC fisso ha una vita molto maggiore rispetto a un portatile
  • i desktop possono essere aggiornati in ogni loro componente
  • i laptop sono solo marginalmente migliorabili
  • una postazione di lavoro dovrebbe essere dotata di un PC desktop
  • senza alimentazione l’autonomia dei laptop è limitata a un paio di ore di lavoro
  • un computer fisso può dialogare con più periferiche rispetto a un portatile
  • alcuni portatili sono privi di lettore CD-DVD
  • ai PC fissi possono essere aggiunti componenti mancanti
  • i laptop ultra sottili non hanno la porta Ethernet
  • la riparazione dei laptop spesso è impossibile o comunque sconveniente
  • una PC desktop può essere facilmente riparato
  • le prestazioni migliori le raggiungono i PC fissi
  • tastiere, mouse e monitor dei laptop sono poco pratici

In definitiva potrei riassumere il tutto in un concetto semplice: se hai problemi di mobilità o di spazio prendi un portatile, in tutti gli altri casi prendi un fisso.

Un consiglio finale

Potendo, compra sia un desktop che un laptop. Oggi ci sono molti modi per sincronizzare i computer, utilizzando un sistema di sincronizzazione avresti sempre a disposizione il tuo ambiente e potresti lavorare indifferentemente su portatile o su fisso. Io ho optato per questa soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto